Admin Jacopo Trillini PROVA IMPOSTAZIONI

ARCOBALENO ORIAGO-PADOVA 26 - 21 CINGOLI

03/02/2018 - 20:00 at PalaFarfalle - Padova

h 20:00 | Oriago-Padova – Cingoli 26-21 (p.t. 11-9) – articolo di Giacomo Grasselli
Oriago-Padova: Bigon, Bincoletto 4, Cecili, Nicoletti 2, Pittarella 4, Sarto 1, Zennaro 3, Nardin G. 5, Rossi 3, Carraro, De Vettor 4, Ferronato, Lazzarin, Nardin N. All: Giampaolo Leandri
Cingoli: Gentilozzi, Danti, Barigelli, Ilari 2, Gambini, Nocelli 5, Arcieri 7, Camperio, Trillini, Campana 3, Mangoni, Strappini 1, Russo, Matijasevic 3. All: Jose Nicolas Analla
Arbitri: Limido – Donnini

PADOVA – Cingoli perde ancora in trasferta. Questa volta i ragazzi di Nocelli (squalificato, in panchina Analla) non sono riusciti a ripetere la grandiosa prestazione casalinga contro il Cologne. L’Oriago-Padova vince 26-21 con merito; i cingolani hanno provato a rientrare in partita, ma la grinta dei veneti ha spostato l’ago della bilancia a sfavore della Polisportiva. 

La partita si complica nei primi dieci minuti, quando Oriago è già in vantaggio per 4-0. Cingoli sbaglia tanto dai 6 metri e non realizza 4 rigori, anche per merito del portiere avversario. Il primo tempo termina comunque 11-9, dopo che i cingolani erano riusciti a portarsi sotto di una rete. Nella ripresa, la Polisportiva riesce a raggiungere il pareggio (13-13), ma è solo un’illusione. Oriago si riporta velocemente in vantaggio di tre reti (17-14)  e gestisce il parziale fino a 10 minuti dalla fine. Camperio e compagni si riportano sotto di una rete sul 20-19, ma nel finale i locali mettono il punto esclamativo sulla prestazione, andando a vincere 26-21.

La sconfitta mette nei guai il roster di mister Nocelli, passato dalle stelle alle stalle in una sola settimana. Le gare in trasferta sembrano essere la bestia nera dei cingolani, con sole 3 vittorie su 7 partite. Top scorer della gara Stefano Arcieri con 7 reti, seguito da Nocelli e Nardini a 5. Nando Nocelli, visibilmente deluso, si è sfogato sul nostro taccuino: “Abbiamo fatto troppo errori davanti al portiere, migliore in campo dei suoi, e alla fine li abbiamo pagati. Sono mancate nella prestazione pedine fondamentali come Arcieri, Ilari e Mangoni. La classifica si è accorciata, con Teramo è come una finale: una sconfitta rischierebbe di relegarci nella Poule Retrocessione, e sarebbe una catastrofe per noi.”

La classifica, infatti, vede Cologne superare la Polisportiva in classifica con 19 punti, contro i 18 di Cingoli. Dietro, Teramo e Oriago sono appaiate a 17 punti. Per il secondo posto, Cingoli deve vincere la gara contro il Teramo, in programma al PalaQuaresima per la settimana prossima, e sperare in un successo o in un pareggio del Bologna capolista proprio contro il Cologne nella città felsinea. In caso di pareggio, i cingolani devono sperare sempre nella sconfitta o pareggio dei bresciani e nella mancata vittoria dell’Oriago, i quali con un successo contro il Romagna scalzerebbero la Polisportiva per via di scontri diretti più favorevoli. La sconfitta non qualificherebbe in nessun caso la squadra cingolana ai playoff scudetto, anzi, potrebbe esserci addirittura il rischio del quinto posto in caso di vittoria contemporanea di Teramo e Oriago-Padova.

Quindi, tutti al PalaQuaresima Sabato 10 Febbraio alle ore 17.30, per una partita che vale una stagione. Servirà il tifo dei cingolani, pieno in ogni settore, per trascinare la Polisportiva alle finali scudetto e alla prossima Coppa Italia. Si chiamano Lions Teramo, ma i leoni dovremo essere noi!

Polisportiva Cingoli